Materassi di nuova generazione

Inserito tra i materiali dì nuova generazione, il poliuretano espanso per i materassi sta avendo un notevole successo grazie alle qualità che lo rendono particolarmente resistente, indeformabile e traspirante. Il poliuretano espanso è, infatti, un materiale dì derivazione plastica ottenuto dalla miscelazione dì due componenti che, a contatto con l’acqua come reagente, danno luogo alla tipica schiuma che è il materiale con il quale vengono realizzati questi materassi dì ultima generazione.
I prodotti di questa nuova generazione sono profondamente diversi da quelli di qualche anno fa in quanto sono spesso ma non sempre, privi di sostanze nocive per l’ambiente e per l’uomo (senza c.f., senza solventi clorurati). I materassi in poliuretano sono assolutamente resistenti, ergonomici e soprattutto anallergici. Questo perché le particolari schiume di poliuretano espanso sono a cellula aperta, ovvero realizzate con celle di dimensioni maggiorate, che consentono di aumentare sia l’areazione della materia che l’elasticità del materasso. Un buon poliuretano espanso deve garantire una buona traspirazione. Ogni notte il nostro corpo rilascia in media circa 1 litro di liquidi sotto forma di sudore per non parlare dei momenti “caldi”. Una buona schiuma di poliuretano deve assorbire l’umidità e rilasciarla in breve tempo, per non ritrovarsi con la muffa sotto il materasso. Un’altra caratteristica importante del poliuretano e’ l’elevata indeformabilità legata ad un buon livello di elasticità e compressione. Questa qualità è legata imprescindibilmente alla densità espressa in kg/m3 del poliuretano, parametro necessario per valutare la qualità del poliuretano stesso. Un’altra caratteristica del poliuretano è il suo potere isolante: non a caso viene impiegato molto spesso negli isolamenti murari, nelle celle frigorifere, quindi è indicato nei luoghi freddi. Nella versione sfoderabile e/o con imbottitura sintetica, contrasta la colonizzazione degli acari e con particolari trattamenti può essere reso antibatterico. Tutte queste caratteristiche fanno del materasso in poliuretano espanso l’elemento ideale da collocare in contesti ben areati, soprattutto se rivestiti con imbottitura e tessuti anallergici consente di risolvere a pieno tutti i problemi di allergie legate alla proliferazione degli acari della polvere.

Il memory foam

Il Memory è una schiuma viscoelastica, detta anche “a lento ritorno”, sviluppata negli anni ’60 dalla NASA per equipaggiare i sedili dei vettori spaziali e le imbottiture delle tute degli astronauti, al fine di assorbire gli effetti della“ forza-G” alla quale erano sottoposti gli astronauti durante le operazioni di lancio e di rientro dalle missioni aerospaziali. Il nuovo prodotto termosensibile, battezzato originariamente “Temper Foam”, conferiva un perfetto supporto per lunghi periodi di tempo, adattandosi ai pesi ad alle temperature dei corpi, modellandosi continuamente alle loro forme e minimizzando i punti di pressione.
Il Memory è sostanzialmente un poliuretano prodotto con l’ aggiunta di altre sostanze che ne aumentano la viscosità e la densità. In funzione dei materiali usati e dunque della sua densità il Memory può risultare più o meno rigido, una caratteristica che ne influenza la durezza in funzione della temperatura. Il Memory, infatti, è un materiale termosensibile che si indurisce alle basse temperature e si ammorbidisce quando si scalda.
Quanto maggiore è la densità tanto più il materiale tenderà a prendere forma con il calore, piuttosto lentamente; se, al contrario, il Memory è meno denso sarà il peso a deformarlo in maniera sensibilmente più rapida.
Il Memory ha una struttura cellulare ad elevata traspirabilità, che gli permette di
• automodellarsi attraverso l’azione termica del corpo;
• assorbire e distribuire gradualmente su un’ampia superficie il peso corporeo in modo uniforme e bilanciato;
• Minimizzare i punti di pressione;
In materassi in Memory Foam si contraddistinguono per le loro elevate caratteristiche di ergonomia e confort. La schiuma viscoelastica consente al materasso di adattarsi perfettamente alla forma del corpo per poi ritornare al suo stato d’origine una volta che il corpo viene tolto.
A differenza dei materassai a molle o in lattice, che tendono sempre a rispondere al peso esercitato dal corpo con una spinta verso l’alto, in virtù della loro elasticità, quelli in Memory Foam ne sono totalmente privi. La spinta esercitata nei confronti di un “peso” è ridotta al minimo.

Il materasso, che in un primo momento sembra sostenuto, scende verso il basso e comincia a conformarsi tramite il calore e il peso del corpo. Si avverte, a questo punto, la sensazione di essere quasi in sospensione o in galleggiamento.
I materassi in memory sono sempre composti da due strati: il Memory vero e proprio, presente in superficie e uno strato sottostante che agisce da “indurente”, quasi sempre costituito da poliuretano espanso o, molle. In base alla tipologia di indurente utilizzato il materasso risulterà duro o morbido, pesante o leggero, elastico o poco elastico.
Caratterisriche di un materasso in Memory:
• asseconda le forme del corpo e il modo di dormire;
• favorisce un’immediata sensazione di comodità e benessere;
• agevola il rilassamento di nervi e muscoli;
• elimina tensioni, contratture e il fastidioso senso di stanchezza;
• contribuisce a prevenire patologie a carico della colonna vertebrale e delle articolazioni;
• essendo microforato e ultra traspirante, il Memory crea un microclima equilibrato, ostile alla polvere e agli acari;
• favorisce la traspirazione perché, per quanto il poliuretano sia di origine sintetica, esso è composto da celle aperte e traspiranti dove l’ aria è libera di fluire e l’umidità può essere smaltita nel modo più corretto;
• il Memory rappresenta al momento il prodotto più robusto e duraturo presente sul mercato, purché rispetti dei minimi canoni qualitativi.

Solo testando le comodità di un materasso Memory si potrà avvertire la differenza!

sfondo poliuretano_
sfondo poliuretano1_